Una parola che rivoluzionerà l’estetica: REGRESSIONE

Aggiornamento: 1 giu

Come è nata la parola “regressione”, la parola che accompagna il Metodo Tirs, con particolare riferimento alla Regressione della Cellulite.


La letteratura scientifica è chiara:

“La Cellulite non può regredire, se non ai primissimi stadi (ritenzione idrica)”.





Ma allora come può una parola tanto forte diventare il simbolo di un risultato sul trattamento del corpo in cabina estetica?


La storia nasce proprio dai risultati in cabina, e dalla diagnostica scientifica.


Quando la tecnologia Metodo Tirs era ancora un embrione, la famiglia Peron ha iniziato ad utilizzarla nel proprio Istituto, sulle proprie clienti e i risultati visivi erano davvero incoraggianti.


La loro propensione alla ricerca di oggettività nei risultati, abbinata alla mentalità scientifica che ha da sempre contraddistinto la loro formazione, ha portato a raccogliere dei dati scientifici.


La loro richiesta infatti è stata quella di “controllare scientificamente” i risultati ottenuti, per poter essere sicuri, certi, e scientifici.


Lo studio ecografico medico condotto ha dato come risultato la conferma di un cambiamento profondo del tessuto delle zone trattate.


Ma la parola “regressione” è nata proprio in una cabina estetica.


Laura e Roberta, le due sorelle estetiste della famiglia Peron, erano sedute a controllare e monitorare i risultati ottenuti sulle proprie clienti.


Tra schede clienti, appunti, foto e adipometrie, osservavano i cambiamenti del tessuto prima e dopo i trattamenti eseguiti con la tecnologia Tirs.


È stato solo dopo aver comparato un prima e dopo di una termografia a contatto (strumento di diagnosi di Cellulite/Pefs) che lo stupore ha avuto il sopravvento.


Non era solo una questione visiva alla foto, o una sensazione positiva riportata della cliente stessa, c’era di più.

La diagnostica parlava chiaro: mostrava un netto miglioramento, anche a partire dalla presenza di stadi avanzati di Pefs/Cellulite.


Alla vista di queste comparazioni scientifiche, tra le due sorelle scese un silenzio. Iniziarono a chiedersi cosa fosse accaduto ai tessuti trattati.


Dopo alcuni istanti di silenzio ed emozione, una delle due pronunciò questa frase:

“Qui siamo tornati indietro, questa cellulite ha subito una regressione”.


Questa parola ora fa parte del clame, del messaggio che Metodo Tirs cerca di dare.


La regressione è possibile, ed è possibile ottenerla in maniera naturale, non invasiva e non dolorosa.